Migranti

Si vedono persone in giro per le città con muscoli tesi e sviluppati che camminano ascoltando qualcosa che non sappiamo nelle cuffie che hanno in testa.
Uomini.
Se ne vedono altri meno fortunati dormire nell’ultimo tratto della galleria della stazione Garibaldi… altri uomini…
non si vedono donne e bambini…
poi si sente dire che sono rifugiati che sono fuggiti dalla guerra.
Si sento dire che sono arrivati coi barconi della speranza (formulazione linguistica per generare pietismo) e che il viaggio costa qualche migliaio di euro.
Ci poniamo alcune domande e facciamo alcune considerazioni… per esempio da quale guerra fuggono?
Quale uomo che possa definirsi tale fugge e non protegge il proprio paese?
Quale uomo che possa definirsi tale fugge e abbandona in uno stato dove c’è la guerra donne e bambini?
Quale uomo che ha patito la fame e vissuto la guerra ha quella struttura fisica senza il minimo segno di rachitismo o malnutrizione?…
…in Italia arrivano uomini molto ben strutturati e in età fertile… a due cose possono servire… come esercito e come stalloni da riproduzione.
Sono considerazioni crude e dirette perchè lineari nei pensieri…
quindi restiamo umani e adelante fratelli