Non indosserò una maglietta rossa

Perché oggi non indosserò una maglietta rossa.

Nel 2017, a marzo, ho partecipato ad un convegno in Senato “La posizione giuridica del minore in Italia e in Europa. Criticità e orientamenti sulle misure di protezione giuridiche e sociali” organizzato da Rete sociale APS

All’incontro era presente Filomena Albano, Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza.

Nel suo intervento dice che nel 2016 sono arrivati in Italia 26.000 minori stranieri, alla data del convegno i minori non accompagnati erano 4.000.
Oltre l’80% dei minori pervenuti sono maschi tra i 16/17 anni provenienti soprattutto da Gambia Nigeria Egitto Eritrea. Dopo l’arrivo in Italia, molti fanno perdere le tracce.

Viene da chiedersi dove finiscono. Durante il convegno si sono fatte alcune ipotesi davvero raccapriccianti.

Un ottimo motivo per non indossare una maglietta rossa, soprattutto se a promuovere l’iniziativa è quella stessa parte politica che ha permesso tutto ciò promuovendo l’immigrazione indiscriminata.

Restiamo umani è uno slogan che viene utilizzato in contrapposizione a quello che viene chiamato razzismo.

Però…
Restare umani non significa permettere che i minori scompaiano.
Restare umani non significa permettere la tratta di esseri umani.
Restare umani non significa arricchirsi sulle spalle di uomini, donne e bambini.
Restare umani non significa tenerli in case, a volte ammassati, in condizioni igieniche dubbie.
Restare umani non significa sfruttarli come manodopera a basso costo.
Restare umani non significa abbandonarli per strada in balia di organizzazioni criminose
Restare umani non significa giustificare i loro atti di violenza “perché non sanno che da noi non si fa” – ad esempio non sanno che da noi le donne non si violentano sulla spiaggia, non sanno che da noi le ragazze non si uccidono e poi si fanno a pezzi mettendole in una valigia”
Restare umani non significa voltarsi dall’altra parte quando ragazzine e ragazzini sono avviati alla prostituzione.

Abbiate la decenza di non simulare la morte di un bambino che è morto per colpa vostra, per colpa del vostro falso buonismo, della vostra ipocrisia.

Una manifestazione politica mascherata da manifestazione umanitaria, perché i morti fino a ieri non c’erano.

No, non indosserò una maglietta oggi, perché sono umana, realmente umana.

Ad Maiora Media
Affari Italiani
aiutare-bambini-africani
gaiacalabria.it
Marsala Live

maglietta rossa

Verona News

2 thoughts on “Non indosserò una maglietta rossa

    1. La ringrazio della considerazione. Vede forse lo sfruttamento delle donne, dei minori, dei giovani nei campi rende lei più umana di me. Ottimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.